Istat esclude dal paniere i rimborsi benzina per i gruppi

van.jpg

L’Istat ha annunciato ieri la modifica del paniere usato per calcolare l’inflazione dell’anno in corso. Molte le novità a riguardo, e fa già discutere la scelta di introdurre i tatuaggi tra i prodotti inseriti nel gruppo; quello che in pochi hanno notato, tuttavia, è che sono stati definitivamente esclusi dal paniere i rimborsi spese dati dai promoter ai gruppi per pagare benzina, autostrade e eventuale affitto di furgoni o macchine.
“Abbiamo riflettuto a lungo a riguardo – ha dichiarato il presidente dell’Istat ai nostri taccuini – e ci siamo resi conto che ogni volta esce sempre una scusa per non rimborsare i gruppi: non ci sono abbastanza paganti ai concerti, bisognava affittare l’impianto, l’incasso è a favore dell’immancabile benefit, insomma, ormai il rimborso benzina è incalcolabile, se non proprio un’utopia, se non per i pochi gruppi che inspiegabilmente riescono ogni volta a farsi pagare, ignoriamo come”.
Da anni gruppi, promoter e centri sociali cercano di trovare un equilibrio tra i bisogni dello squattrinato pubblico e le necessità degli squattrinati musicisti, senza peraltro riuscirci. Il dibattito andrà avanti, quello che è certo è che nessuno finirà per vedere soldi dai propri concerti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s