“C’è solo il punkarcòr”, anonima rivendicazione tinge di giallo morte di Umberto Eco

eco2.jpg

Un anonimo biglietto trovato nella casa milanese di Umberto Eco potrebbe aprire inquietanti scenari sulla scomparsa dell’illustre filosofo, morto sabato dopo – secondo la versione ufficiale – una breve malattia. La morte di Eco ha lasciato dubbiosi alcuni, considerato che praticamente nessuno sapeva aveva sentito parlare di sue precarie condizioni di salute; a questo si aggiunge una dura presa di posizione sull’annosa  querelle terminologica legata alla definizione di hardcore punk, riportata pochi giorni fa su queste pagine.
E’ di questa mattina, quindi, la notizia del ritrovamento un biglietto scritto a mano, che senza altro aggiungere ribadisce quanto sostenuto dalle frange caserecce del punk made in Italy, che continuano a definire il genere punk hardcore in modo contrario a quanto sostenuto da Umberto Eco. “C’è solo il punkarcòr”, scritto appositamente male, e niente altro sul foglio lasciato in vista sulla sua scrivania, che adesso lascia aperte molte domande: potrebbe essersi trattata della vendetta per le sue prese di posizione? Si può ipotizzare un delitto? O si tratta solo di uno scherno postumo contro l’intellettuale nemico? La polizia indaga, sperando che si riveli tutto uno scherzo di cattivo gusto.

One thought on ““C’è solo il punkarcòr”, anonima rivendicazione tinge di giallo morte di Umberto Eco

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s