Niente quorum al referendum, soddisfazione del CSOA Trivella Okkupata

trivella.jpg

Il fallito referendum sulle trivelle ha diviso come previsto il mondo ecologista ed antagonista italiano, riproponendo il classico scontro tra i sostenitori del non voto ad ogni costo e coloro che, pur gravitando nella galassia antagonista, hanno sostenuto le ragioni del si nell’ottica dello “scegliamo il male minore”.
A cavallo tra queste due posizioni spicca la soddisfazione dello storico CSOA Trivella Okkupata, centro sociale sconosciuto ai più ma presente sulle coste ioniche da molti anni, quando un gruppo anarchico occupò una piattaforma dell’Eni ormai dismessa. I suoi attuali occupanti si erano detti molto preoccupati nei giorni scorsi per via del referendum: complice forse la mancanza di notizie accurate dal mondo esterno, molti avevano pensato che in caso di raggiungimento del quorum la piattaforma sarebbe stata sgomberata e distrutta, ponendo fine alla loro originale occupazione.
“Abbiamo detto a tutti i nostri amici di astenersi, avevamo paura di perdere la nostra casa” ha commentato un portavoce dello squat. “Qui siamo tutti ecologisti e animalisti, con la trivella ancora in funzione raccogliamo alghe e altri vegetali marini, tutte cose un sacco buone, non capisco che danno facciamo e perché volevano sgomberarci”.
Nei prossimi giorni il Trivella Okkupata ospiterà concerti e incontri con l’obiettivo di rompere il suo isolamento con il mondo esterno e far sapere al mondo che esistono anche trivelle buone. Appuntamento sulle koste ioniche.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s