Gruppo vegan salva Pokemon inseguito nel pit da un crudele bambino

pokemon.jpg

Una storia conclusa a lieto fine, ma che sarebbe potuta finire in tragedia se non fosse stato per il coraggioso intervento di un gruppo hardcore dedico alla causa vegan, i Break Your Flareon. La band, impegnata in un affollato concerto in un locale romagnolo, avrebbe improvvisamente avvistato un bambino, armato di smartphone, all’inseguimento di un  indifeso Pokemon, uno dai tanti perseguitati dal lancio dell’app Pokemon Go di qualche giorno fa.
Pronto l’intervento del frontman del gruppo, Riù Coppo, che interrotta la canzone è balzato dal palco mettendosi tra l’animale e il bambino, che dopo le prime insistenze è stato atterrato dal cantante con un ben assestato calcio volante. Successivamente il Pokemon è stato preso in custodia dai componenti del gruppo, che lo hanno affidato ad un collettivo legato all’Alf impegnato nella Pokemon Libération. “Siamo contro lo sfruttamento e l’uccisione a fini ludici di tutte le vite, anche quando potrebbero essere solo virtuali” ha dichiarato Coppo ai media locali, incuriositi dall’accaduto. “La nostra battaglia non si arresta di fronte alle multinazionali ed ai bambini sanguinari, continueremo senza dare tregua, fino a che tutti gli smarthpone saranno aperti e tutti i Pokemon liberati” ha concluso.
Il bambino, che ha ricevuto una prognosi di tre giorni, è stato curato nel locale pronto soccorso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s