Band street punk chiede al fonico più riot in spia

spie.jpg

Non è stato semplice curare i suoni dell’ultimo concerto dei Backstreet Squad, gruppo street punk di recente formazione ma già molto attivo, per i malcapitati fonici al lavoro. La band, dopo degli iniziali sguardi interdetti tra i suoi membri, ha iniziato a tempestare di richieste il responsabile dei suoni sul palco, chiedendo di volta in volta più voce, più cassa, più chitarra, senza mai ottenere il risultato atteso.
“Hanno iniziato a dire che così il suono era troppo pulito e che sentivano troppo bene, non c’era abbastanza caos secondo loro” ha confessato uno dei fonici “fino a quando uno di loro se n’è uscito dicendo che dalle spie non sentiva abbastanza riot”.
“Ci siamo guardati sconfortati senza capire cosa intendesse, quando è arrivato il roadie del gruppo entusiasta perché secondo lui era esattamente quello di cui c’era bisogno e che dovevamo assolutamente aumentare il riot dal mixer”.
“Per farli contenti abbiamo eliminato l’equalizzazione, alzato al massimo tutti i gain e dalle casse sembravano uscire solo rutti, ma il gruppo era contento. A fine serata ci hanno anche ringraziati dicendo che erano i migliori suoni che avessero mai avuto nella loro carriera”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s