Astronauta straight edge rifiuta di partire per il sistema TRAPPIST-1

astronauta_sxe.jpg

Non sono passate che poche ore dall’annuncio della Nasa della scoperta di 7 pianeti simili alla Terra nel sistema TRAPPIST-1 che già iniziano ad affiorare le prime grane in vista della missione che porterà i primi astronauti su quei corpi celesti grazie ad un’innovativa tecnologia. Pare infatti che il designato capo della missione, l’italoamericano Joe Cedrata, abbia dopo qualche titubanza rifiutato l’incarico avvalendosi dell’obiezione di coscienza per motivi etici.
Intervistato da un nostro collaboratore Cedrata ha confermato la versione fornita dall’Agenzia spaziale: “I miei colleghi alla Nasa sono degli ubriaconi, ma il nome TRAPPIST-1 non è responsabilità loro ed è basato sulla probabilità che su alcuni dei sette pianeti ci siano degli oceani composti da birra scura fossile e non ho intenzione di droppare per far progredire la scienza. Tra l’altro il sistema in questione è stato scoperto grazie al telescopio Pretzel che non molti sanno è composto in gran parte di strutto. Per questo mi dissocio totalmente da qualsiasi studio su TRAPPIST-1 e annuncio che tornerò ad occuparmi della ricerca di forme di vita intelligenti tra gli skinhead, anche se a debita distanza”.
Ancora non sono giunti commenti da parte della Nasa ma si mormora che il sostituto di Joe Cedrata possa essere il suo stesso zio Tommaso Agelippo, storico astronomo di origini tedesche e, si vocifera, amante dei Sodom e della birra.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s