Vetraio romano in difficoltà economiche non vede l’ora che arrivi sabato

vetraio.jpg

Sono ore di attesa febbrile quelle che separano Pietrino Carglasso, titolare della vetreria Sanpietrino e co., dal fine settimana ed in particolare da domani, giornata di celebrazione a Roma dei Trattati europei e soprattutto dei temuti cortei che potrebbero trasformarsi in proteste violente in centro storico.
Da quando ha aperto la sua attività il giovane imprenditore ha dovuto fare i conti con i classici problemi di chi gestisce una piccola-media impresa: lungaggini burocratiche, tasse esorbitanti ma soprattutto una crisi economica che ha ridotto drasticamente i già pochi clienti, considerata anche la penuria di attività commerciali che decidono di aprire nella capitale. Per questo motivo Pietrino ha da tempo indirizzato il suo core business verso le banche, che non conoscono crisi e hanno sempre ampie vetrate nelle loro sedi. “Il lavoro non è molto ma ci sono occasioni da cogliere al volo e domani potrebbe essere una di queste” confessa.
“Non sono un facinoroso e non tifo per i black block – prosegue Pietrino – non sono neanche mai stato a una manifestazione, ma alla fine se dovesse esserci un po’ di casino e volasse qualche sasso contro dei vetri sarei pure disposto a fornire un alibi al manifestante di turno”.
“In ogni caso anche se non sono un tipo istruito anche questo è liberismo” conclude il giovane vetraio. “Se lasciate i giovani liberi di manifestare io posso essere libero di tirarci su qualche soldo, basta che nessuno pensi che ci sono io dietro”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s