Decreto Minniti, scatta obbligo delle toppe crust sui borselli della Digos

borsello.jpgSta facendo molto discutere l’approvazione in via definitiva del Decreto Minniti, che reca al suo interno una serie di norme sulla sicurezza che un coro unanime dal mondo antagonista ha già definito liberticida se non apertamente fascista.
Oltre a misure sicuramente negative, tra le quali la soppressione di un grado di giudizio per le espulsioni dei “clandestini”, spicca tuttavia una norma che punta a portare una ventata di simpatia nei confronti dei mai amati agenti della Digos che tanto amano farsi vedere, armati di borsello, in luoghi che normalmente non competono loro. L’articolo in questione stabilisce che dai prossimi giorni, “tutti i portatori di borsello d’ordinanza sono tenuti a decorarlo con elementi di cotone recanti su di essi loghi di gruppi crust che siano abbastanza riconoscibili dalla comunità anarcopunk“.
La norma, spiega un portavoce del ministro dell’Interno, servirà a far capire una volta per tutte che gli agenti in borghese non sono dei mostri, ma anche loro possono essere contro il sistema se opportunamente addobbati. Previsti premi di varia natura per i borselli più belli e creativi, non escluse promozioni a un grado più alto. Coloro che infrangeranno il divieto, invece, saranno premiati con manganelli fatti di grissino nelle manifestazioni più a rischio scontri.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s