Cartella XXX del computer di uno straight edge in realtà piena di pornografia

xxx.jpg

Sebbene il credo straight edge non preveda divieti nei confronti della pornografia, sta facendo discutere il caso di Rocco Picciotto, giovane hardline romagnolo, che dopo anni passati a vantarsi delle sue rarità musicali contenute nel suo pc è stato ieri scoperto in possesso di un hard disk pieno di filmati vietati ai minori scaricati dal web. I video, per non destare sospetti con i suoi familiari, erano nascosti nelle cartelle denominate XXX del suo computer, le stesse cartelle che, a detta del ragazzo, non contenevano altro che la sua collezione di dischi straight edge digitalizzati o scaricati da Soulseek.
I folder incriminati, invece di essere piene di musica di Youth Of Today o Minor Threat, erano pieni di sottocartelle con tanto di generi porno in ordine alfabetico, il tutto per quasi 500 mega di porcellonate di ogni genere. A fare la scoperta un amico di Rocco, che aveva preso possesso del pc ansioso di ascoltare i demo perduti dei Vegan Reich che il giovane si vantava da anni di possedere, che si è dichiarato molto scioccato dal ritrovamento: “Forse adesso mi spiego perché si agitava tanto quando si discuteva di libertà sessuale e attitudine positiva con il sesso di qualsiasi natura”.
Dal canto suo la comunità sxe romagnola si sta interrogando se sia possibile essere tolleranti nei confronti di un militante che ama guardare film in cui persone fanno sesso con animali, ammesso che non fossero consenzienti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s