Cassano, la verità del no al Verona: “Ho paura di Marilyn Manson”

marilyn.jpg
Dopo giorni di annunci, ripensamenti, smentite ed ennesimi ripensamenti, emerge oggi finalmente il vero motivo del rifiuto di Antonio Cassano di vestire la maglia dell’Hellas Verona la prossima stagione. Nessuna ragione di tipo sportivo né la spiegazione più accreditata finora, che era la presunta nostalgia di casa: l’ex talento di barese si è semplicemente unito, dopo la Chiesa e i fasciobigotti di Forza Nuova, al boicottaggio dell’ormai prossimo concerto di Marilyn Manson a Villafranca di Verona. L’evento, in programma mercoledì prossimo, è da tempo tutto esaurito ma è anche al centro di una diffusa avversione da parte della parte più ottusa della società scaligera, quella che ancora crede che le minacce sataniste di Manson siano qualcosa di reale.
Un concetto, questo, che è stato secondo i bene informati accolto in toto da Cassano, che da fedele devoto di San Nicola ha deciso di combattere la calata del Reverendo in città sperando che le proteste dei tifosi per il suo ritiro portino all’annullamento del concerto come è stato già più volte chiesto (e negato) dal vescovo di Verona.
L’ultima veglia di preghiera contro il concerto di Manson è in programma domani e si sente dire in giro che Cassano sarà l’ospite d’onore: probabile una recita del rosario in dialetto barese, con sottotitoli.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s