Punk ultratrentenne supera la sua fase Skruigners

skruigners.jpg

Un milanese trentaseienne dopo oltre 15 anni di dedizione totale ed incondizionata, ha annunciato ieri a tutti i suoi conoscenti di considerare conclusa la sua fase Skruigners. Anni in cui Carlivano Piombeneve ha partecipato a tutti i concerti del gruppo meneghino, ha fondato un gruppo solo per obbligarlo a coverizzare i pezzi dei suoi beniamini, ha imparato i testi delle loro canzoni a memoria fino ad arrivare ad essere convinto che gli Skruigners fossero il gruppo più importanti della storia del punk hardcore. Niente di male, considerato che questa fase l’hanno vissuta in parecchi e sono ancora molti gli orfani del gruppo, se non fosse che in genere quella fase veniva superata con la crescita e con l’affinamento dei gusti musicali.
In ogni caso per Carlivano il culto è andato avanti, anzi si è acutizzato dopo lo scioglimento della band nel 2011: il protagonista della storia aveva persino assunto un ruolo carrambesco nella speranza di convincere gli ex membri a una reunion ma niente da fare. Anche il suo gruppo lo aveva abbandonato, stanco di anni in cui la gente si ricordava di loro per la cover di Streghe o Rispetto e delle accuse del nostro di essere tutti così vuoti.
Il colpo mortale è stato vedere giorni fa la nascita di un nuovo gruppo con altri due ex membri e scoprire, inaspettatamente, che della cosa non gli importava molto e che negli ultimi mesi aveva perfino scoperto che c’era in giro musica altrettanto valida, in certi casi addirittura italiana, tipo i Punkreas e le Pornoriviste.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s