Gruppo in cerca di date per tour denunciato per stalking

stalking.jpg

Credevano che inondare di mail metà dei promoter hardcore punk europei sarebbe stato il mezzo migliore per trovare le date del loro primo tour all’estero, ma si sono ritrovati con una denuncia per stalking e un mandato di cattura europeo che comporterà, probabilmente, l’annullamento dello stesso tour. Questo, in sintesi, è quanto accaduto ad un giovane gruppo hardcore marchigiano, i Molestators, ansioso di partire per le sue prime date al di fuori dei confini italici: dopo degli effimeri successi nella chiusura delle prime date, la band si era ritrovata con numerosi buchi nel programma iniziale e aveva deciso di cambiare tattica. Niente più messaggi mirati a chi sembrava apprezzare il loro genere, ma la stessa mail girata senza tregua a qualsiasi pagina che avesse la parola booking nel nome, post pubblici su Facebook corredarti da un’infinità di tag a qualsiasi sconosciuto abitasse nella città interessata. Non erano bastati neanche dei blocchi temporanei ai profili di alcuni membri del gruppo per fermare la folle ricerca: quello che non hanno ottenuto i ban, l’ha ottenuta una denuncia per stalking da parte di un gruppo di organizzatori di concerti, che si sono riuniti in una class action per denunciare le pressioni e lo stalking da parte del gruppo. “Non ne possiamo più di quest’abitudine italiana di scrivere a chiunque per suonare” ha fatto sapere un portavoce degli stalkerati. “Alcuni di noi hanno passato notti insonni per colpa dei messaggi continui che arrivavano al cellulare. Adesso questi molestatori dovranno vedersela con un giudice e chiederemo anche i danni economici per quanto abbiamo subito”.
Da parte sua, il gruppo non si è detto angosciato dalla denuncia: “Spostiamo solo tutto di un paio di mesi. I nostri fan all’estero possono stare tranquilli, il tour Stalking Europe 2018 si farà” ha commentato il cantante Guittorio Sgarbo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s