Como, giovani semiologi propongono la rivalutazione del primo degli Skrewdriver

skinzarri.jpg

Un gruppo di giovani letterati provenienti dal Veneto è intervenuto, due giorni fa, al Congresso Comasco di Semiotica Letteraria organizzato ogni anno nella città orobica. Gli studiosi in erba, animati dalla classica irruenza tipica della giovane età, ha affrontato in un fuori programma gli anziani relatori del convegno portando il loro contributo con una rilettura critica dei testi dell’opera prima degli Skrewdriver. Un’opera considerata nel mondo accademico di marginale importanza rispetto ai lavori successivi del gruppo, in particolare, secondo i letterati, a causa della scarsa focalizzazione sui temi che sarebbero in seguito stati trattati con ben altra convinzione da parte del sodalizio inglese, in particolare attraverso le opere Blood & Honour e White Rider.
“Siamo qui per denunciare la deriva turboletteraria di voi rappresentanti dei poteri forti, che state permettendo l’invasione delle accademie attraverso una sostituzione etnica che comporta la svalutazione crescente di opere immortali come All skrewed up. Non abbiamo rispetto per questo” ha dichiarato il portavoce dei giovani letterati.
Da parte del convegno non c’è stata replica, solo un silenzioso disappunto, che ha messo in luce per l’ennesima volta che il mondo della cultura in Italia resta in mano ai soliti baroni. Un evidente metafora del declino culturale del nostro Paese.
La pacifica irruzione è terminata con il tentativo non riuscito di ruotare una manopola su un muro. Segno evidente che anche le capacità più elementari vengono meno di fronte all’annichilente potere della sedimentazione che affligge la cultura ufficiale italiana.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s