Fascisti mascherati da giovane candidata assaltano sede delle Suicide Girls

blitz.jpg

Nuovo blitz fascista questa mattina. A farne le spese, questa volta, la sede italiana del popolare sito Suicide Girls, che è stato attaccato da un gruppo di militanti il cui volto era coperto da una maschera che ritraeva una loro giovane esponente, un tempo tra le prime ad affiliarsi al suddetto sito per iniziare la sua scalata verso la notorietà.
Il gruppo, armato di bandiere e vibratori luminosi, ha stazionato per lunghi minuti sotto le finestre prese di mira, urlando slogan contro il sessismo e a favore della difesa delle donne dal turbomaschilismo imperalista diffuso da siti come Suicide Girls che, hanno ricordato, sono uno strumento usato da Soros e compagni per mettere in atto la sostituzione etnica delle donne italiche attraverso la promozione di dissolutezza e sessualità malata tipica delle donne estere.
I dipendenti del sito non hanno reagito alla provocazione, anche perché le frasi scandite dai fascisti erano sgrammaticate e poco comprensibili. La manifestazione si è comunque dissolta in pochi minuti, non appena le batterie dei vibratori si sono esaurite. Sul caso indaga la Digos.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s