Cantante hardcore usa l’inglese perché ha paura dei congiuntivi

congiuntivi.jpg

Se escludiamo i gloriosi inizi all’alba degli anni ’80, l’hardcore italiano ha sempre avuto una forte componente di gruppi che preferivano il cantato in inglese piuttosto che quello in madrelingua. La maggior parte di coloro che seguono i gruppi nazionali hanno sempre considerato questa scelta dettata da mode e dall’inevitabile influenza dei modelli americano e britannico, ma oggi una testimonianza inedita apre uno squarcio nel velo dei tanti non detto quando si tratta di decidere cosa comunicare e soprattutto come.
“Prima di tutto diciamo che potrei anche cantare in italiano perché tanto se urli non si capisce niente” racconta un noto vocalist che ha accettato di confessarsi purché gli fosse garantito l’anonimato. “Il punto però è un altro, con il mio gruppo canto in inglese perché se userei l’italiano dovessi usare i congiuntivi e certe volte li sbaglio.  A scuola non studiavo tanto, ma non sono l’unico. Gente brava a squola nei gruppi non ce ne stanno, se no non fossero punk, chiaro no? Comunque per noi il messaggio è importante, però dovete sapere l’inglese per capirlo e se non lo sapete come me fate come faccio io che uso il traduttore di Google”.
Se il nostro interlocutore garantisce che questo problema con i congiuntivi sia davvero diffuso, c’è però chi non è d’accordo. Parola di un altro noto cantante hc, tornato da anni in Italia dopo qualche esperienza all’estero. “Io canto in inglese perché l’ho imparato quando me ne sono andato a Londra a spacciare la speed mentre i miei pensavano che studiavo e facevo il cameriere. Può essere che i nostri testi non siano scritti benissimo, però tutti mi capivano quando ero lì, quindi non devono essere così male”.
Il dubbio che i congiuntivi rimangano un grande problema nell’hardcore tricolore permangono: abbiamo scelto a caso 10 classici e meno classici dell’hc cantato nella nostra lingua e contato i congiuntivi presenti e il risultato è stato zero. Un caso? Noi non crediamo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s