Elezioni, Minniti lascia la politica: “Torno skinhead a tempo pieno”

minniti.jpg

L’onda lunga delle elezioni inizia a lasciare le prime vittime politiche sul campo. In un’affollata conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio l’ormai quasi ex ministro dell’Interno Minniti ha annunciato il suo ritiro dalla politica a seguito del pessimo risultato elettorale avuto nel collegio che gli era stato assegnato nelle Marche, dove era terminato terzo con una netta distanza dai candidati del Centrodestra e dei 5 Stelle.

In realtà Minniti sarebbe ripescato al proporzionale e quindi avrebbe diritto ad un posto in Senato, ma ha comunque annunciato che cederà il posto e si ritirerà a vita privata, tornando ad essere skinhead a tempo pieno. “In questi anni ho lavorato ininterrottamente e ho perso contatto con tutta la musica che seguivo prima, per farvi capire pensate che quando ho iniziato a fare il ministro i Plakkaggio non erano ancora diventati un gruppo cover! E poi sono in arretrato con i dischi, non ho ancora mai ascoltato quello dei Bull Brigade, gruppi nuovi tipo i Sempre Peggio persino la Digos li ha sentiti più di me, mi sono perso tutti i raduni oi non so da quanto e la mia Vespa non fa altro che prendere polvere in garage”.

“Non è vita questa – conclude -, la gente pensa che mi basta un daspo urbano e fare accordi con la Libia per farle tenere gli immigrati per essere felice, ma non è così: non sono mai cambiato e non vedo l’ora di scendere nelle strade come ai bei tempi”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s