Organizzatori del Bay Fest annunciano per sbaglio la line up dell’Independent Days

bayfest.jpg

Nonostante il maltempo imperversante in buona parte d’Italia, l’estate si avvicina a grandi passi e con essa la stagione dei festival. Tra questi il Bay Fest che si terrà a Igea Marina è uno dei più attesi tra coloro che apprezzano l’hardcore punk nelle sue declinazioni più sbarazzine e gli aggiornamenti sulla sua line up sono costantemente seguiti già dall’inizio dell’anno. Dopo l’episodio della scelta dei gruppi italiani della scorsa edizione, tuttavia, gli organizzatori sono incappati quest’anno in un’altra piccola gaffe che ai più attenti non è sfuggita: la line up che è stata annunciata giorno dopo giorno non è altro che la replica delle prime edizioni degli indimenticati Independent Day che si svolgevano a Bologna a cavallo degli anni 2000, con l’aggiunta di qualche altro nome che suonò ad un altro celebre festival del passato, il Teste Vuote Ossa Rotte. Ci sono più o meno tutti, Millencolin, Lagwagon, Agnostic Front, Mad Caddies, Forty Winks, con l’aggiunta di qualche nome italiano tra un passato che non molti ricordavano e qualche gruppo emergente. “Volevamo proporre un festival che avesse lo stesso feeling di quegli anni ma forse abbiamo calcato un po’ la mano” ha commentato uno degli organizzatori per niente in difficoltà ad ammettere la somiglianza delle line up. “In ogni caso i due festival non sono così simili grazie alla scomparsa prematura di Joe Strummer, e membri di Cramps e No Use For A Name, altrimenti non avremmo resistito a chiamare anche loro”.
Una delle maggiori differenze tra le manifestazioni è la presenza dei Bad Religion, ma la loro partecipazione sembra sia tutt’altro che un evento piacevole. Il gruppo infatti si è fermato in casa di uno degli organizzatori dopo aver partecipato all’edizione scorsa e non sembra avere intenzione di tornarsene a casa: “Mia moglie mi odia per colpa loro” ha confessato uno degli organizzatori, che ha aggiunto: “Da quando sono qui non abbiamo più una vita privata in casa nostra. Potrebbe sembrare divertente avere i Bad Religion a casa per un anno, ma viveteci voi in un’abitazione con un solo bagno e Brian Baker e Greg Graffin che ogni mattina ci mettono una vita a liberarlo, faccio sempre tardi a lavoro”.
Un ulteriore contributo al rendere la scaletta del Bay Fest diversa dai suoi illustri predecessori è venuto dalle turbe psichiatriche che hanno fatto perdere per strada membri di gruppi come AFI, Limp Bizkit e soprattutto Blink 182 (anche se in questo caso ci sono di mezzo gli alieni). Poco male comunque, se la maglietta con la scritta Punkers che indossavate quegli anni vi entra ancora e siete troppo poveri per il Punk Rock Holiday, il Bay Fest vi aspetta.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s