Pedofilia, rinvenuta cartella “Brunetta” nell’hard disk del cantante degli Inquisition

brunetta.jpg

Si allarga lo scandalo che ha coinvolto i giorni scorsi  Jason “Dagon” Weirbach, frontmane del gruppo black metal Inquisition. Secondo fonti di stampa appena diffuse la polizia di Seattle sarebbe tornata, a distanza di anni dalla prima inchiesta che lo vide indagato per possesso di immagini pedopornografiche sul suo computer, a casa del controverso artista per effettuare nuovi rilievi sul suo pc. A quanto riportano indiscrezioni da parte degli investigatori, dopo un’attenta analisi delle varie cartelle create da Dagon, ne sarebbe stata rinvenuta una criptata, nominata “Brunetta”, al cui interno erano contenute numerose immagini che ritraevano il giovane politico di Forza Italia in pose ammiccanti o vestito in abiti succinti. Non è dato sapere al momento come Dagon sia venuto in possesso di queste immagini: probabilmente si tratta di foto private, rubate da degli hacker e diffuse in rete attraverso il dark web ma il cui furto evidentemente non è mai stato denunciato.
Interrogato dalla polizia, il frontman cileno avrebbe confessato di non conoscere personalmente Brunetta, ma di aver saputo di lui dopo aver letto una sua intervista nella quale dichiarava di aver subito ripetute molestie da parte del cantate del gruppo Champion, anche lui a suo tempo riconosciuto colpevole di comportamenti pedofili e come lui residente a Seattle. I due gruppi avevano anche in programma uno split, ma lo scandalo che travolse il vocalist dei Champion mandò definitivamente in soffitta la reunion di questi ultimi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s