Gibson a rischio bancarotta finisce in vendita su Mercatino Musicale

gibson2.jpg

E’ di ieri la notizia che la storica azienda produttrice di chitarre Gibson ha presentato formale richiesta di bancarotta alla Corte federale del Delaware nell’ultimo disperato tentativo di recuperare parte dei debiti che la attanagliano ed essere, quindi, più appetibile per essere venduta ad un acquirente che volesse ristrutturare e rilanciare la compagnia, reduce da anni di scelte errate sia dal punto di vista produttivo che di management.
A questo punto gli amministratori Gibson stanno cercando di recuperare fondi nei modi più disparati ed uno che farà di certo discutere è la messa in vendita dell’intera azienda sul popolare sito italiano Mercatino Musicale, punto di riferimento per chiunque si occupi di strumentazioni in Italia ma anche croce (senza delizia) per centinaia di suoi utenti che da anni vivono con l’incubo di terribili proposte di scambio che immancabilmente arrivano ogni qual volta che un articolo viene messo in vendita.
L’annuncio recita testualmente: “Vendesi azienda leader americana produttrice di chitarre. La vendita comprende le sue fabbriche, uffici, magazzini, asset e debiti pregressi. Trattative riservate. Per informazioni USA: 1-800-4GIBSON; Europe: 00+8004GIBSON1“.
Queste le proposte arrivate dopo poco più di 24 ore dalla pubblicazione dell’annuncio:
– “Ciao, scambieresti con un Bimby del 2014 con l’alimentatore rotto? (Casalingachitarrista)”
– “Buonasera, siete interessati a scambi? Ho una Diavoletto Effifon nera, sono disponibile ad aggiungere 100 euro (Slashzio76)”
– “Hallo, do you trade the compani with complete canzoniere of Peppino Di Capri? It’s a piezz of histori of musica italiana! (Ciruzzo666)”
– “Need a loan? Click here!(Mougambèalèalè)”
– “Scambi con collezione completa di Dylan Dog? (Grouch88)”
– “Caro amico, sono Dr. David Fender da Scottsdale, Arizona e lavoro per la filiale Marshall Investment Bank. (…) Ho scoperto una somma abbandonata di 15 milioni di sterline in un conto che appartiene a uno dei nostri clienti stranieri defunto e posso presentarvi come parente prossimo del morto in cambio del 10 percenti dei monei. Prego scrivere dati della sua carta di credito a questo link (russiandates.ru)”
A prescindere da queste offerte la speranza è che Gibson riesca a sopravvivere e magari a trovare un compratore italiano migliore delle offerte ricevute fino a questo momento. Seguiranno aggiornamenti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s