Sonda InSight inizia a scavare su Marte e trova disco degli Agathocles


Prima clamorosa scoperta della sonda InSight, atterrata due giorni fa su Marte e già al lavoro nella speranza di rinvenire tracce di una passata vita sul Pianeta rosso. Dopo essersi stabilizzata e dopo aver verificato il buono stato di tutta la sua strumentazione, i tecnici della Nasa hanno avviato i primi scavi attorno al modulo e oggi, nella sorpresa generale, hanno rinvenuto a due metri di profondità una copia di uno dei primi vinili degli Agathocles. Il vinile, classificato dai tecnici come near mint, era protetto da una busta di plastica ma sembrerebbe essere stato ascoltato, chissà se su Marte o sulla Terra.
Le ipotesi a questo punto potrebbero essere molteplici, ma si è fatta subito largo l’idea che il disco sia solo una copia di un intero lotto che un collezionista esasperato potrebbe aver provato a spedire più lontano possibile dalla sua vista. Se invece non dovessero essercene altri, si potrebbe trattare di un souvenir extraterrestre, se non addirittura della prova che gli Agathocles sono marziani e il mincecore non sia altro che il suono di una civiltà perduta, forse estinta proprio a causa dei suoi gusti musicali autodistruttivi. Se così forse sarebbe una lezione che noi umani dovremmo apprendere e cercare di tenere bene a mente per il futuro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s