Istat, censimento degli Antinatale 2018 terminerà dopo Natale

Il primo censimento degli Antinatale organizzati in tutta Italia non sarà chiuso prima del gennaio 2019. Lo comunica l’Istat, titolare della rilevazione, che nonostante l’impegno preso con il governo di presentare una mappa delle iniziative punk contrarie allo spirito natalizio, si è scontrata con l’impossibilità di catalogare le oltre 1400 serate organizzate in tutto il territorio italiano che spesso si svolgeranno, nonostante l’evidente contraddizione, fino a gennaio inoltrato. “Davvero non capiamo cos’hanno i punk contro il Natale” ha dichiarato il presidente dell’Istat, che ha aggiunto: “Nessun’altra festa comandata registra tanto astio da parte delle controculture della galassia punk. Forse da piccoli Babbo Natale da loro non passava”.
Il presidente dell’Istat ha anche ringraziato chi “nonostante la tentazione, ha organizzato concerti e feste a ridosso di Natale resistendo alla tentazione di chiamare con questo inflazionato nome. Eppure nonostante ciò, la mole dei dati era davvero troppo per concludere la mappa degli Antinatale, che sarà presentata forse a febbraio, sempre che in questi giorni non vengano annunciate altre date omonime”.
Dal canto suo, il Governo aveva annunciato un decreto che mettesse una moratoria alle serate con lo stesso nome, ma complici le difficoltà con la manovra finanziaria il provvedimento è slittato a data da destinarsi. L’unica istituzione a opporsi in modo concreto è stata quella del Comune di Nocera Inferiore, in Campania, dove il sindaco ha semplicemente vietato punk e metal in tutto il periodo natalizio. “Organizzassero l’Antipasqua se ci tengono” ha commentato il primo cittadino.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s