Gruppo scopre l’inevitabile disagio dei tour invernali

Al terzo giorno di tour in in Centro-Nord Europa e con la prospettiva altre otto date nei prossimi giorni, i Pointing The Sun si sono prematuramente accorti che forse l’idea di partire in pieno inverno per suonare non è stata la migliore delle idee. Il gruppo, partito quattro giorni fa in un tour che nei programmi lo porterà in Germania, Danimarca, Olanda, Belgio e Francia, si è finora trovato di fronte a neve, strade ghiacciate, squat gelidi, cene altrettanto rinfrescanti e, ciliegina sulla torta, luoghi ancora più freddi in cui dormire, senza contare chi invece ha preferito riposarsi in furgone per vegliare sulla strumentazione contro eventuali ladri.
“Basterebbe molto poco per migliorare la situazione, come un furgone riscaldato e un termosifone dove ti fanno dormire” commenta un membro del gruppo, aggiungendo sconsolato: “invece già lo so che appena arriveremo infreddoliti dove suoneremo ci accoglieranno in una sala senza vetri alle finestre e ci offriranno delle birre che qualcuno avrà dimenticato in congelatore”.
Intanto la band senza perdersi troppo d’animo si è diretta verso il prossimo concerto, scoprendo lungo la strada che nessuno dei suoi membri è in grado di mettere le catene al furgone. Ci sarebbe stata la possibilità di affittarne uno con ruote antineve, ma sarebbe costato 5 euro di più al giorno e si era deciso di risparmiare con la certezza che le previsioni meteo il più delle volte sono errate. Tra le altre decisioni errate in partenza, infine, non potevano mancare i pantaloni corti da indossare durante i concerti perché si sa che altrimenti si suda quando la sala si riempie, e la scelta delle scarpe vegan che con il freddo hanno sempre il loro perché fatto di tela spessa 1 millimetro. Il gruppo ha dichiarato che se dovesse sopravvivere il prossimo tour potrebbe svolgersi in Siberia o in un altro paese dalle temperature simili voglioso di harcore, come la Mongolia.

One thought on “Gruppo scopre l’inevitabile disagio dei tour invernali

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s