L’Italia non lascia entrare Ascanio, porti restano chiusi

Brutte notizie per il popolare cantante iraniano Ascanio, che complice il nuovo clima politico in Italia non è ancora riuscito, quest’anno, ad entrare nel nostro Paese. L’artista è stato soccorso mentre era su un gommone nel canale di Sicilia dalla Ong Miccoli che ha lanciato richiesta per attraccare ma ha trovato finora un no irremovibile da parte del governo, che ha invitato la nave a fare rotta su Malta, finora senza successo. Il piccolo Stato mediterraneo ha fatto sapere che non farà entrare Ascanio dal momento che le sue canzoni sono italianizzate, quindi di esclusiva competenza del nostro Paese.
Il braccio di ferro rischia quindi di protrarsi ben oltre l’8 di gennaio, tuttavia all’interno del Governo ci sono anche pareri discordanti: il premier Conte ha ipotizzato che si potrebbe far entrare almeno la band di Ascanio, mentre per Di Maio il cantante ha diritto ad entrare ed anche, forse, al reddito di cittadinanza. In compenso i sindaci di Napoli e Palermo hanno ribadito che i loro porti sono aperti, ma hanno messo in guardia Ascanio dal pericolo di essere sparato vista l’entrata in vigore della nuova legge sulla legittima difesa. Una situazione complessa che speriamo si risolva grazie al rinomato grande cuore degli italiani che sono comunque brava gente anche se stanno permettendo la sopravvivenza di un governo abbastanza fascista.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s