La proposta della Lega per le radio libere: “Ogni 3 pezzi da zecca uno RAC”

Oltre a pensare ai grandi network radiofonici, la proposta di legge della Lega in arrivo per italianizzare i palinsesti prevede anche un capitolo riguardante il mondo di quelle che per approssimazione possiamo ancora definire radio libere. Per tutte le emittenti come Radio Blackout, Radio Onda Rossa, Radio Sherwood, Radio Onda d’Urto ed altre meno note ma ugualmente attive nell’etere ed on line, la proposta della Lega per quanto riguarda la musica da trasmetttere cambia paradigma, passando dalla nazionalità della proposta al suo colore politico. Per questo motivo la legge che sarà presto discussa prevede che questo tipo di radio passi, ogni tre pezzi da zecche che sono prassi consolidata, almeno uno di area politica avversa: spazio quindi su quelle frequenze a gruppi oi di destra, ai Bronson per fornire un po’ di melodia, agli Skrewdriver dal secondo disco in poi, passando anche, nel caso di trasmissioni che offrono spazio al metal, anche ai gruppi BMNS. Per i palinsesti che passano musica popolare e canti anarchici è previsto che ogni tre di queste vengano fatte ascoltare anche canzonette fasciste o, in alternativa per un minimo di modernità in più, musica redneck.
Il rispetto di queste “quote” di destra sarà vigilato dal Garante delle Comunicazioni, che in caso di mancato rispetto potrà sospendere le trasmissioni o alla peggio obbligare le radio colpevoli ad appendere un ritratto di Mussolini non capovolto o di Bossi prima che gli venisse l’ictus.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s