Piccola guida per un perfetto concerto punk hardcore dell’8 marzo

Quasi sicuramente non siamo in tempo e vi sarete già organizzati, ma visto che in fondo l’8 marzo è oggi abbiamo pensato di regalarvi una breve guida con tutti gli elementi necessari per organizzare un perfetto concerto hardcore punk per questo giorno speciale.
Per prima cosa decidiamo il nome della serata: deve chiaramente mettere in chiaro subito che si tratta di una serata per le donne, ma senza essere troppo pedante. Se siete a corto di fantasia Not just boys fun night farà senz’altro al caso vostro, del resto è dai tempi dei 7 Seconds che nessuno si lamenta. Se però volete davvero essere al passo coi tempi, il trend del 2019 è senz’altro Female fronted is not a genre, quindi se legherete a questo concetto il nome della serata partirete senz’altro col piede giusto.
Passiamo ai gruppi: ovviamente ve ne servono con membri femminili, ma non solo. Premesso che in Italia un gruppo totalmente femminile seriamente interessato alla causa femminista probabilmente non c’è e che chiamarlo dall’estero costerebbe troppo, possiamo ripiegare su un gruppo in cui la donna sia almeno predominante, probabilmente quindi alla voce; qui la scelta non manca, ma prima di scegliere verificare sul web se le suddette frontwomen siano credibili a veicolare un certo tipo di messaggio (praticamente dovete spiare il loro profilo facebook). Serve poi almeno un altro gruppo con membri femminili e se non si tratta di una bassista è meglio, troppo inflazionato e questo concetto della donna che alla fine si mette a suonare il basso perchè tutti sappiamo che il basso non serve a niente è ancora più discriminatorio di un gruppo tutto maschile. A proposito, il gruppo totalmente maschile serve eccome, ma deve assolutamente avere nella sua descrizione espressione come sex conscious hc o positive sex hc o hardcore for sexual liberation. Se fino a questo momento avete tutto la ciliegina sulla torta sarebbe il gruppo con membri trans/queer, ma non siamo negli Usa, quindi la ricerca qui è proibitiva e se pensate di far travestire un amico tipo Platinette per prenderla a ridere sappiate che è una pessima idea e vi farebbe mandare tutto all’aria. Un ultimo appunto: se arriva qualcuno a proporvi un bravissimo gruppo attivo proprio nella vostra zona composto da ragazzine asiatiche probabilmente si tratta di un pervertito.
Dopo i concerti sarà sicuramente necessario un dj set e qui vale lo stesso discorso fatto finora: spazio a dj donne e occhio ai pezzi della playlist perchè ormai la trash post concerto è un campo minato.
Su dove tenere il concerto possiamo non dilungarci: ovviamente sarebbe meglio un posto occupato con una forte componente femmista al suo interno, ma non è proprio necessario alla buona riuscita della serata e se qualcosa dovesse andare storto vi presterebbe a facili critiche. L’ultimo aspetto su cui ci soffermeremo sarà quello del pubblico: è chiaro che in una serata del genere rischiare di trovarvi col solito pubblico quasi tutto maschile sarebbe controproducente, ma nemmeno potete giocarvi la carta dell’ingresso gratis per le donne che fa davvero troppo serata in discoteca. L’opzione migliore è quella di devolvere parte o tutto l’incasso a chi lavora a favore delle donne, come centri antiviolenza o istituzioni simili (bando all’ironia, questo è un consiglio dannatamente serio). Evitate anche baggianate tipo shottino omaggio a tutte le donne, le ragioni sono sempre le stesse.
Ultimi due consigli: se siete di sesso maschile quando promuoverete la serata forse non è una buona idea fare appello a una maggiore partecipazione femminile nella scena; infine, evitate come la peste di chiamare gruppi pop punk: il rishio è che 3/4 delle loro canzoni siano incentrate sul descrivere in modo inappropriato ragazzine minorenni.



Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s