Punk old school preferisce il caldo suono di Myspace alle nuove fredde piattaforme digitali

In un’epoca dominata sempre più dai giganti delle piattaforme di streaming come Spotify, ma anche da altre apparentemente più vicine al mondo della musica indipendente come Bandcamp e Soundcloud, Tommaso Andersonne, appassionato di hardcore e punk 36enne, si sente da tempo un pesce fuor d’acqua. Nei primi anni 2000 era un sostenitore entusiasta dell’esplosione della…