Batterista imprudente viene morso da un Iron Cobra

Brutta avventura per Davide Longobardo, batterista di lungo corso marchigiano, che ieri al termine delle prove con il suo gruppo in un attimo di distrazione è stato morso al polpaccio dal suo Iron Cobra. Il giovane e i suoi compagni hanno compreso subito la gravità della situazione e trasportato Longobardo d’urgenza al locale pronto soccorso, dove i medici sono riusciti a salvarlo iniettandogli un siero anti veleno arrivato in elicottero da Milano, città più vicina dove il medicinale era risultato disponibile. Una tragedia sfiorata, quindi, ma che riporta alla ribalta il problema della diffusione degli Iron Cobra in Italia: “Spesso la gente li acquista senza avere la competenza per prendersene cura” afferma l’esperto di pedali velenosi Dino Cavaliera. “Nella migliore delle ipostesi i risultati sono dischi e concerti totalmente fuori tempo, ma sono in costante aumento i casi di Iron Cobra che stanchi di essere maltrattari reagiscono mordendo il loro proprietario. Il loro veleno è estremamente tossico e anche se la vittima si salva i danni possono essere permanenti: dalla perdita della gamba fino ai casi più gravi in cui i batteristi morsi hanno iniziato ad ascoltare i Dream Theater”.
L’appello, quindi, è quello di maneggiare con cautela questi esseri e prima di acquistarne uno farsi un esame di coscienza e capire se si sarà in grado di non generare mostri utilizzandolo. “Se avete dubbi guardate il batterista dei Def Leppard, lui è stato una delle prime vittime degli Iron Cobra e ancora oggi ringrazia di essere tra noi a raccontare la sua disavventura” conclude Cavaliera.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s