Abbiamo chiesto a dei fascisti italiani se ora che Morrisey è di destra cambieranno orientamento sessuale o pensano anche loro che sia un coglione

Da pochi giorni il quadro politico britannico e il mondo dell’indie rock è stato messo in subbuglio dall’adesione di Morrisey ad un piccolo partito identitario e di posizioni poco velatamente fascistoidi. La novità ha fatto rivedere le opinioni sul popolare cantante un po’ ovunque, anche se in molti avevano notato da anni un suo spostamento su posizioni sempre più tendenti alla destra più becera.

Il dibattito è stato acceso anche in Italia ed è per questo che abbiamo chiesto cosa ne pensassero alcune persone che si riconoscono nei valori del fascismo e provano ad applicarlo nella vita reale. Secondo Gargia Melloni, giovane attivista nostalgica der Duce “non è che devono diventare tutti froci per far contento Morrisey. Però se per costruire una grande Destra europea tocca buttarselo al culo per me è ok, tanto io già pratico con lo strap on”.

Di avviso simile Joseffo Gobbelson, noto fascista picchiatore friulano, che per arrivare preparato ha già provato ad ampliare i suoi orizzonti provando a rimorchiare un ragazzino rom. Purtroppo però la cosa non è sfuggita ai suoi parenti, che hanno mostrato la loro riconoscenza mandandolo in ospedale con 30 giorni di prognosi.

Di diverso avviso Roberto Margheritoni, storico esponente di un noto partitucolo di destra, che dall’alto del suo passato in Inghilterra racconta di aver conosciuto Morrisey ai tempi degli Smiths. “Una sera andai a un loro concerto, ero in prima fila e mi lanciò un fiore dal palco. Da quel momento la mia vita è cambiata e le sue canzoni mi hanno aiutato a capire che essere delle merde è più facile se fingi di essere un po’intellettuale. Comunque esteticamente sono ancora più tipo da John Marr”.

Intanto un altro minipartito con il nome che richiama la sterlina ha annunciato nella sua sede di via Montenapoleone la sua prima serata per coppie scambiste gay. L’idea iniziale era una enorme dark room, ma sembra che nessuno abbia staccato la luce in tempo per l’evento. Gli interessati dovranno fare tutto senza troppa vergogna, ma in fondo storicamente hanno sempre mostrato di averne ben poca.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s