Squat cambia denominazione in ‘Cinema’ per ricevere maggiore solidarietà

Dopo anni di dure lotte sociali e battaglie contro la crescente minaccia fascista supportate da nessuno se non dal solito gruppetto di anarchici e da qualche singolo volenteroso, uno squat toscano ha pensato di cambiare la sua denominazione a cinema nella speranza che con un nuovo nome la situazione migliori. L’idea è partita in seguito alle recenti giornate in cui magicamente buona parte della società civile si è riscoperta antifascista dopo due aggressioni contro persone legate al Cinema America che dopo rapide indagini sono state ricondotte a soggetti legati a Casa Pound. Gli episodi in questione hanno sollevato un’ondata di indignazione, manifestazioni di vicinanza, vendite di magliette e tutto il classico armamentario di fenomeni tipici dell’antifascismo del finesettimana che hanno depresso non poco le realtà che lottano contro gli estremismi di destra senza la luce dei riflettori.
In ogni caso da domani il CSOA Emerito diventerà Cinema Emerito e per sottolineare la sua nuova missione ha annunciato che darà presto vita ad una rassegna di film indipendenti molto chic e impegnati le cui proiezioni saranno seguite da dibattiti con star impegnate e dj set di musica chill out per riprendersi dalle sofferenze di cui sicuramente parleranno i film presentati. E’ probabile che i gruppi fascisti della zona prenderanno di mira questo nuovo avamposto di civiltà, ma sicuramente se dovesse accadere si potrà contare su un’alzata di scudi per proteggere i suoi occupanti (senza kappa eh). E se dovesse essere un giorno fortunato si potrà addirittura contare sull’aiuto della polizia, anche se sullo strumento della denuncia gli ex occupanti (da domani cinematografi) hanno giustamente delle remore.
Se il modello dovesse funzionare si parla già di una campagna per farlo adottare anche ad altri centri sociali: gli ex occupanti, ad esempio, sono sicuri che un posto chiamato Cinema XM24 non sarebbe mai sotto minaccia di sgombero con un nome così figo e avanguardista.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s