Governo, torna ad affacciarsi l’ipotesi Pino Biba

Al secondo giorno di consultazioni per la formazione di un nuovo governo la situazione sembra già bloccata. Il Pd ha alzato l’asticella delle richieste al Movimento 5 Stelle, la Lega continua a premere per le elezioni e Mattarella non si capisce bene se sia ancora vivo o abbia assunto le forme di Andreotti quando si impallò in diretta tv a Domenica In. In questo quadro di indecisione, con i mercati che già si preparano a far pagare il conto della crisi ai risparmiatori italiani, un solo nome inizia a essere sussurrato da più voci, un nome che forse potrebbe portare il Paese fuori da questo pantano: parliamo di Pino Biba.
Dopo aver sfiorato l’incarico 15 mesi fa il popolare leader veneto è apparso ad alcuni defilato anche se i suoi stretti collaboratori giurano che sia semplicemente tornato alle sue classiche attività come la compravendita di vinili come nuovi e l’organizzazione di serate un po’ punk un po’ techno come piacciono a lui. Probabile che l’imbarbarimento del clima politico abbia contribuito a spingerlo ai margini in attesa di momenti migliori, ma ora sono in tanti a sperare che sia davvero arrivato il momento per predere le redini dell’Italia, portaci tutti e 60 milioni nell’orto a pensare e tornare ad essere un Paese che conta qualcosa nello scacchiere internazionale, un Paese che cresca e che abbia finalmente una speranza.
Dalla parte di Biba ci sarebbe di certo il blocco degli imprenditori del Nord Est, delusi dalle promesse mancate di Salvini, ma soprattutto il settore vinicolo da Nord a Sud, consapevole di quanto ne guadagnerebbe ad avere un premier di questa portata.
Oggi termineranno le consultazioni, per cui bisognerà ancora aspettare e sperare che gli altri nomi in lizza non sembrino più adatti a questo difficile incarico. Tuttavia nella Scena inizia a prevalere un senso di ottimismo perchè nella realtà nessuno sembra avere il carisma e la credibilità di Biba anche in sede internazionale. Nell’attesa di aggiornamenti non resta che fare gli scongiuri.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s