Flixbus ottiene il riconoscimento ufficiale di scena autonoma

Da qualche anno Flixbus ha rivoluzionato il mondo degli spostamenti su strada, permettendo a tanti squattrinati di tutte le risme di muoversi in Italia e in Europa per le più diverse motivazioni. A questo fenomeno non fanno eccezione gli aderenti alle varie sottoculture punk e hardcore, che ora riescono sempre più ad essere presenti ad eventi come concerti, festival, ma anche ad unirsi nella creazione di nuovi gruppi e collettivi: si tratta spesso di reietti disconosciuti dalle loro scene di appartenenza, che spostandosi in altre città riescono in qualche modo a lasciare dietro di essi la loro cattiva fama e che in questo modo contribuiscono comunque a rendere più vive zone dove i locali latitano.
Ora però, grazie all’interessamento dell’Autorità che certifica l’esistenza delle scene locali in Italia, per lo zoccolo duro dei punk di Flixbus arriva un riconoscimento ufficiale: la scena Flixbus è stata infatti riconosciuta come entità a sè stante e da oggi quindi da oggi quando un gruppo nato tra gente che si è incrociata su un autobus suonerà potrà essere definito Flixbus HC, così come presto nasceranno dei soggetti che si occuperanno di booking direttammente sugli autobus, che quindi potranno diventare a tutti gli effetti dei luoghi che ospiteranno concerti.

Al momento tutto è in divenire, ma già la nuova scena appare divisa: al suo interno esistono infatti uno zoccolo hardline, che vede Flixbus come unico esempio rimasto di scena autentica, ed un gruppo dalle posizioni più soft disposto ad esprimersi anche al di fuori e considerato dagli hardline come dei sellout. Anche sulle posizioni etiche esistono divisioni tra chi accetta solo di nutrirsi negli Autogrill e chi accetta anche cene in altre aree di servizio. Sparuta infine la frangia anticapitalista che si oppone a pagare i biglietti, considerato che di base un simile atteggiamento comporta essere lasciati fuori dalla scena e anche per strada chissà dove.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s