Genova, il Comune vieta gli skinhead

Dai ieri nella città di Genova è vietato essere skinhead. O almeno è vietato essere skinhead di quelli che qualche soldo ce l’hanno e sono riusciti a comprarsi la Vespa. Quindi in pratica Genova è vietata agli skinhead a due tempi. Quindi anche se a uno skinhead piace lo ska 2 Tone sicuramente è lo stesso. Per sintetizzare, Genova è vietata agli skin a motore e a quelli che ballano.
I giornali ufficiali diranno che l’ordinanza emanata dal sindaco Bucci è anti inquinamento, che si tratta di una misura per rendere più respirabile l’aria in particolare nel centro storico ma fidatevi di voi: Bucci s’è rotto deglli skinhead, gli stanno antipatici a pelle (rasata), compresi quelli di destra. Tra l’altro sembra che non gli piacciano nemmeno animali e animalisti (ha detto che da bambino affogava gattini), quindi a breve ci aspettiamo anche una nuova ordinanza contro i vegan straight edge, tipo andare in giro con le magliette di Sea Shepard o chiamare hamburger quelli di soia.
Quello che preoccupa, comunque, è che altre città potrebbero essere esempio e vietare gli skinhead con ordinanze simili: del resto sono una categoria che crea problemi, bevono, fanno casino, allo stadio non ne parliamo nemmeno. Gli skinhead piacciono solo ai produttori di birra e di certi vestiti. L’unica speranza, se davvero questo dovesse succedere, è che le Vespa elettriche si diffondano e vengano accolte con favore dagli skin, anche se il loro tradizionalismo non lascia presagire niente di tutto questo. E anche se fosse Bucci potrebbe decidere di vietare Lonsdale e Fred Perry perchè costano troppo e a Genova a queste cose bisogna badarci per forza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s