Guida ai social alternativi per i fascisti cacciati da Facebook

E’ inutile fare troppi preamboli visto che la notizia la sanno tutti: ieri Facebook ha cancellato senza alcun preavviso centinaia di pagine e profili legati alla sfortunata galassia dell’estrema destra italiana, in particolar modo colpendo CasaPound e Forza Nuova, i loro leader e i vari accoliti sparsi per il Paese. Prevedibilmente i soggetti colpiti da questo provvedimento dell’azienda di Marrk Zuckerberg sono caduti in una spirale tragicomica nella quale hanno messo nello stesso calderone appelli contro la mancanza di democrazia sul web, minacce velate ai padroni dei social network perchè si sa che sono ebrei e sionisti, teorie secondo le quali il vero proprietario di Facebook sarebbe Renzi e inviti a scendere in piazza ma non si sa dove visto che la sede legale del socil network è oltreoceano. Pensate che per il dolore è pure morto Stefano Delle Chiaie.
Questo spettacolo ci ha seriamente rattristati e non abbiamo potuto fare a meno di chiederci come aiutare i poveri camerati orfani delle loro paginette. Per dargli una mano quindi, passeremo ora in rassegna una serie di social network alternativi che potrebbero aiutare i fascisti a tornare fieramente sul web senza aver paura di essere oscurati daccapo.
– la prima opzione, in realtà già adottata dai camerati, è Twitter. Molti esponenti di CP e FN hanno dei profili attivi da tempo, ma si tratta di una scelta rischiosa: si possono scrivere post con ben 280 caratteri, che probabilmente sono un limite insormontabile per il loro pubblico col braccio teso, notoriamente poco scolarizzato e dal QI ben al di sotto della media;
Myspace: è ora che lo ammettiamo, saremmo tutti più felici se non avessimo abbandonato Tom in massa. Tom non giudicava nessuno e quindi siamo sicuri che se i fascisti convergeranno tutti sul vecchio padre di tutti i social non potrà fare a meno di accoglierli tra le sue braccia, a patto magari che lo lascino nella loro top 8 come l’etichetta dell’epoca richiedeva. Potranno anche inserire nel loro profilo le canzoni dei loro gruppi preferiti, tipo Gesta Bellica o Peggiore Amico, che possono volere di più?
Instagram sarebbe stato perfetto per i fascisti del terzo millennio, tutto immagine e niente da leggere ma sorpresa: Zuckerberg s’è comprato anche quello e vi ha oscurati anche lì; però volendo Pinterest non è molto diverso e si può riempire di belle fotine di risse, teste rotte, braccia alzate e degli occhiali a goccia più alla moda;
– ci sarebbe Linkedin, ma è un social nato per connettere gente che lavora. I fascisti lavorano davvero? Chi può dirlo con certezza, tuttavia se vivono in stabili occupati tipo la sede di Casapound ci azzardiamo a pensare che neanche con addosso tutto il catalogo Pivert Linkedin non farebbe al caso loro; e poi figurati se sanno scrivere un curriculum;
– usare Tinder invece potrebbe rivelarsi una mossa vincente: qualsiasi fascista potrebbe crearsi un profilo, rimediare apppuntamenti e presentarsi con tutti gli amici pelati obbigando il o la malcapitata a farsi la tessera di Casapound o Forza Nuova;
– se tutte queste soluzioni non vi soddisfano abbiamo però quella finale: Second Life! Di certo non si tratta di un social sulla cresta dell’onda, anzi pensavamo che fosse morto, ma siamo andati a verificare e siamo arrivati alla conclusione che sarebbe il mezzo perfetto per i fascisti del terzo millennio: grazie a Second Life potranno rifarsi una vita rendendosi meno orrendi e al tempo stesso ricominciando con le loro tradizionali attività, tipo menare i diversi, fare comizi seguiti da 5 persone e addirittura creare tante piccole comunità ideali di patrioti. Sarà come un campo hobbit, solo che voi sarete gli orchi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s