Punk parla male di Sanremo e perde tutti i suoi punti scena

Pessima giornata quella di oggi per Amadeo Baudone, punk lucano della vecchia scuola, che andando a controllare i suoi punti scena presso uno degli appositi sportelli, si è reso conto che gli erano stati totalmente decurtati a causa, secondo quanto riportato dall’estratto punti, di comportamenti irrispettosi nei confronti della manifestazione canora Festival di Sanremo 2020. Nella fattispecie, Baudone avrebbe usato nei suoi post sui social network parole offensive e denigratorie nei confronti di presentatore, vallette, ospiti extramusicali ed almeno 5 concorrenti, senza contare le offese random indirizzate ai suoi contatti che rispetto al passato avevano iniziato a discutere della kermesse in maniera positivamente appassionata.

Evidentemente Baudone non era al corrente che la direttiva per l’anno 2020 diffusa dal Governo prevede che gli esponenti della scena punk hardcore lo stop alla denigrazione di Sanremo e un nuovo approccio più tollerante per tutta la sua durata. In particolare la direttiva prevede di elogiare i nuovi artisti come più punk dei punk anche se offrono musica già vecchia ai tempi dei loro nonni; di astenersi dal criticare gli artisti più vecchi perché sarebbe come offendere delle categorie svantaggiate e in fondo piacevano ai nostri genitori; di salvare infine gli artisti più vergognosamente mainstream con la scusa dell’ascolto ironico. Infine guai a lamentarsi di aspetti extramusicali o politici, perché la capacità di analisi dei punk nel corso dell’ultimo anno si è notevolmente abbassata.

Il mancato rispetto di queste nuove norme porta ad una cancellazione dei punti scena del colpevole proporzionale alla gravità delle offese fino alla temporanea esclusione del reo dalla scena punk hardcore. La punizione più grave, comunque, è senza dubbio l’ostilità da parte del resto della scena, che ha accolto con favore la nuova direttiva e ha finalmente potuto esternare l’apprezzamento per della musica che fino a poco tempo fa era semplicemente considerata merda. Una data epocale, un po’ come quella in cui si è deciso che dopo i concerti sarebbe stata una buona idea mettere un po’ di musica dance anni ’90.

One thought on “Punk parla male di Sanremo e perde tutti i suoi punti scena

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s