Sanremo, dopo caos Morgan-Bugo la Rai imporrà quote straight edge al Festival

Concluso finalmente il Festival di Sanremo sembra che non ci sia ancora spazio per tornare a parlare di quello che più ci compete, soprattutto per via della coda di polemiche generata dallo show nello show fornito dalla coppia di tossici Morgan-Bugo sulla quale non ci dilungheremo più di tanto perché le immagini le hanno viste tutti e ognuno ha potuto capire per l’ennesima volta quanto la droga faccia male, soprattutto quando si esagera, o chissà, si mischiano gli stupefacenti sbagliati.
In Rai comunque lo spettacolo offerto dai due fattoni ha lasciato strascichi non da poco: anche se tutto è avvenuto in nottata, Sanremo rimane un prodotto super popolare e non è un bene che rimanga per lunghi minuti in balia di due soggetti che probabilmente avranno litigato per decidere chi dei due avesse la roba migliore. Per questo motivo, in una riunione per fare il punto sul prossimo anno, l’amministratore delegato della Rai, dopo essersi fatto un giro su Vice Italia, è venuto fuori con un’inedita idea: “Ho letto che esiste questa musica nuova che si chiama streitegg e chi la fa non si droga e non beve, quindi non fa casini e magari non si veste nemmeno da donna” avrebbe detto Fabrizio Salini, nome sconosciuto ai più ma al momento capo assoluto della Rai, chiedendo ai suoi collaboratori di informarsi su questo nuovo trend e scoprire se esistono artisti del genere da portare al prossimo Sanremo in modo che le associazioni dei genitori, dei cattolici e dei bigotti in generale non passino tutta la durata del Festival a lamentarsi e ad annunciare boicottaggi.
Purtroppo l’articolo di Vice non faceva un elenco di cantanti straight edge e nemmeno di gruppi (ma i gruppi a Sanremo sono banditi salvo rari casi), quindi i dirigenti Rai sono ancora lontani dall’individuare dei profili adatti alle loro esigenze. Uno degli intervistati tuttavia è anche cantautore e sarebbe strano che nessuno se ne fosse accorto (ha anche la foto con la chitarra a fianco, che diamine): ha pure l’aspetto di un ragazzo a posto, altro che quello strano essere di Achille Lauro. Ed è anche vegan, quindi se l’anno prossimo il gretismo funzionerà ancora potrebbe essere perfetto!
In definitiva, la strada sembra già tracciata: resta solo da vedere a quanto ammonteranno queste quote straight edge: fossero più di 2 unità supererebbero già la stragrande maggioranza dei festival hardcore italiani.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s