Troppi gruppi vogliono usare coronavirus nel loro nome, scatta nuova emergenza

In giorni di stop forzato alla musica dal vivo, la scena, in parte ancora alle prese con il dibattito se sia cosa buona e giusta rispettare il divieto, prova a sfruttare il momento per riassestarsi e magari infondere nuove energie al suo interno, anche attraverso la creazione di nuovi gruppi.
Anche da questo punto di vista però l’emergenza sembra spargere i suoi veleni. Molti gruppi hanno avuto l’originale idea omaggiare il virus nella scelta del nome e così nelle ultime ore sono nati i Cörönavirüs (crust), i XCORONAVIRUSX (powerviolence), i Coronavirus! (thrashcore), i Coronaviryouth e i Coronavirtus (entrambi straight edge), CðrónævírúÞ (postcore-ambient), i Cørønåvîrůs (black metal), i Coro)))navirus (drone), i Coronavirung (death svedese) e i The Coronaviru$$$ (punk 77).

Le assonanze tra i nomi di questi gruppi hanno già iniziato a girare in rete e già non si contano prese di posizione su chi sia arrivato prima, minacce di lettere da parte del cugino del cantante che fa l’avvocato e inviti allo scontro fisico per decidere chi abbia davvero i diritti sul nome. Una situazione che rischia solo di creare divisioni in un momento in cui si dovrebbe cercare di rimanere uniti contro una minaccia globale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s