Sicurezza, arriva il daspo per le risse. Proteste del mondo skinhead

Superato, almeno per ora, il rischio delle chiusure dei locali anticipate alle 23, nelle prossime ore il Governo era atteso ad un nuovo importante passo, quello della revisione dei contestati decreti sicurezza che furono emanati dall’ex ministro Salvini.
Le nuove disposizioni, tra le altre cose, intervengono pesantemente nei confronti di chi si renderà partecipe di risse dentro o fuori locali pubblici: per i colpevoli, oltre a reclusioni fino a sei anni, è prevista anche l’applicazione del daspo urbano. Oltre alle proteste della Lega, il nuovo decreto ha attirato le ire delle associazioni di skinhead italiani, che in queste ore stanno accusando il Governo di aver varato una vera e propria legge contro una categoria specifica con il solo obiettivo di penalizzarla e magari eradicarla dal tessuto sociale nazionale: “Il nuovo decreto è un attacco diretto alla cultura skin e alle sue antiche tradizioni rissaiole” commenta un esponente sharp mostrando il suo tirapugni che ha affettuosamente chiamato col nome della sua ragazza: “Da adesso se faccio una rissa a fine serata per sfogarmi o allentare la tensione rischio più carcere che se ammazzo per sbaglio qualcuno. Dove andremo a finire di questo passo? Se Minniti fosse rimasto ministro tutto questo non sarebbe successo, lui era dalla nostra parte”.
Consci delle problematiche conseguenti l’applicazione di questo decreto, le associazioni di skinhead hanno annunciato una serie di iniziative di protesta sia on line che dal vivo: si inizierà domani, sotto la sede del ministro dell’Interno, con una rissa in abiti storici a beneficio del ministro Lamorgese, con l’obiettivo di mostrare il valore educativo di queste millenarie tradizioni.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s