Batterista al passo coi tempi chiede se può usare il tuo vaccino

Curioso caso di furbetti del vaccino avvenuto questa mattina in un centro vaccinale a Genova, dove un giovane, qualificatosi senza che fosse richiesto come batterista di alcuni gruppi punk locali, ha chiesto insistentemente alle persone in attesa se fossero disposti a fargli usare il loro vaccino prima che fosse iniettato ai legittimi assegnatari. “Non te lo rovino, promesso. Dieci minuti e te lo riporto come nuovo. Per ringraziarti te lo faccio trovare già pronto per sparartelo, così non perdi altro tempo”.
La richiesta ha lasciato interdetti i presenti che dopo un certo numero di tentativi hanno chiesto l’intervento della vigilanza che in pochi attimi ha avuto la meglio delle resistenze e ha portato via il giovane, le cui ultime parole udite sono state indirizzate alla mancanza di supporto tra i gruppi e al fatto che ai suoi tempi tutti prestavano tutto senza fare troppe domande.
Nel corso di una successiva indagine è stato scoperto che il giovane, pur dichiarandosi batterista, non sembra aver pagato in tutta la sua attività nemmeno una bacchetta e che quindi ogni gruppo in cui ha suonato è stato in breve escluso da qualsiasi concerto, quando ancora era possibile farne. Altri hanno riferito che l’ossessione del giovane per vaccinarsi sia nata dopo che in una sala prove avrebbe scoperto di aver suonato dei piatti Wuhan e quindi di essere stato irrimediabilmente contagiato. Il contagio però non fu mai confermato perchè nessuno fu disposto a prestargli un tampone.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s