Governo dà l’ok al ritorno dei concerti punk hardcore negli stadi e con almeno 25.000 spettatori

Dopo oltre un anno di nulla assoluto giunge inaspettata la notizia che tutti attendevamo. Il governo, per ora ufficiosamente ma sulla conferma pare non ci siano dubbi, ha dato l’ok al ritorno ai concerti punk hardcore con pubblico. Il Comitato tecnico scientifico che gestisce le criticità dell’emergenza Covid sta mettendo a punto i nuovi protocolli che permetteranno il ritorno della musica dal vivo, ma a quanto trapela si potrà ricominciare a tenere concerti inizio giugno. Le limitazioni saranno poche ma semplici: niente concerti al chiuso per ora, ma ammessi quelli negli stadi; niente eventi eccessivamente grandi, visto che il tetto massimo sarà 25.000 persone: per intenderci, i Venezia Hardcore non si potrà fare perché di solito supera quei numeri. Infine, sarà obbligatorio stare seduti, ma per chi vorrà pogare saranno a disposizione i banchi a rotelle che aveva prenotato l’ex ministro Azzolina.
Positive le reazioni di pubblico e molti organizzatori: “E’ una ripartenza con molti limiti, ma vedremo di adattarci” ha commentato un promoter emiliano. “Torneranno le notti magiche” gli ha fatto eco un collega milanese. “Appena l’ho saputo ho chiamato il mio amico Bastianich” ha invece commentato un promoter romano. “Finalmente ci hanno restituito la notte!” ha commentato un gruppo di anarchici in coro. “Mi serve un passaggio” ha infine dichiarato Pino Biba.

One thought on “Governo dà l’ok al ritorno dei concerti punk hardcore negli stadi e con almeno 25.000 spettatori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s