Concerti, al via le deroghe: niente controlli o multe se sulla locandina è scritto DIY

Come era prevedibile le prime timide riaperture e la conseguente ripartenza dei concerti ha generato, oltre a un sospiro di sollievo per pubblico, gruppi e organizzatori, anche una serie di malcontenti di fronte alle mille regole da rispettare e di invidie da parte di chi si sta attenendo ai protocolli verso chi invece ha deciso in maniera più o meno evidentemente di passarci sopra.
In queste ore in tanti hanno assistito a discussioni, prevalentemente on line, che tra lanci di accuse reciproche si sono trovati a difendersi dall’accusa geniale di chi pensa sia possibile organizzare eventi per disadattati sperando che poi diventino dei salotti letterali solo perché regole scritte sul monte Olimpo prevedono questo. Di fronte alla prospettiva di un’estate di faide tra organizzatori in guerra, punk menefreghisti, punk delatori e punk che minacciano di mollare tutto e andarsene in discoteca perché almeno lì la gente non fa finta di preoccuparsi di qualcosa, il Governo ha deciso di intervenire tempestivamente e di porre una serie di deroghe per fare contenti i punk ai concerti.
Il principale di questi emendamenti prevede il bollino diy come lasciapassare agli eventi: in pratica, visto che la celebre sigla ha di fatto perso il suo significato originario e viene usata anche per promuovere concerti nei locali, magari organizzati con agenzie di booking e tutto l’armamentario di chi lavora nel settore da professionista, chiunque apporrà il suddetto bollino ai suoi eventi sarà considerato al di sopra delle regole e non potrà essere soggetto a controlli, multe e beghe burocratiche di qualsiasi tipo.
Ci sarebbe il problema di eventuali cluster di contagio in questi eventi, ma nessun problema: “In caso di infezioni registrate ai concerti daremo la colpa alla Cina” ha dichiarato un portavoce del Governo. Il provvedimento a potere retroattivo: chi aveva scritto diy su delle vecchie locandine ed è stato multato non dovrà pagare, mentre chi ha subito controlli da parte dei vigili riceverà nei prossimi giorni una visita degli agenti che porteranno un mazzo di fiori per scusarsi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s