Scazzo straight edge fra Biella e Roma

Dopo aver tenuto banco per giorni in concomitanza con l’uscita di una nota serie animata, da ieri l’ambiente straight edge italiano è in subbuglio per una guerra tra scene locali che forse non era mai stata vista in passato. A contendersi la vittoria attraverso messaggi lanciati tra televisione e web, le scene hardline di Biella e Roma, la prima capeggiata dallo storico conduttore Massimo Giletti, la seconda dal fumettista Zerocalcare che, accusano i biellesi, avrebbe sfruttato la sua fama per gettare cattiva luce sulla fiorente scena sxe della città piemontese, accusata di essere di fatto morta e di non offrire adeguati svaghi drug free ai giovani locali. Tutto questo a differenza di Roma, che sarebbe, tra le righe, da considerare il vero paradiso degli straight edge grazie all’abbondanza di gruppi dedicati al genere ed al diffuso rifiuto di fumo, alcol e droghe nei luoghi dove si svolgono i concerti.
Giletti, armato di x watch rosso per perorare la sua tesi, ha rivolto un appello a Zerocalcare, invitandolo a non esprimersi per luoghi comuni e ricordando i nobili trascorsi straight edge della città di Biella, luogo noto anche perché il nonno di Ray Cappo ci avrebbe svolto il servizio militare prima di essere trasferito a Cuneo. Nessuna risposta invece dall’artista romano, forte della superiorità morale della grande città sulla provincia e forse consapevole che in questo momento di grande visibilità il silenzio possa funzionare meglio di un orologio tarocco esibito in tv con un gesto che potrebbe sembrare il meme “how italian do straight edge”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s