Ma alla fine perchè nessun punk si è ammalato? (e avete idea di cosa significherebbe)

Premessa doverosa: anche se abbiamo occhi e orecchie ovunque potremmo non essere a conoscenza di persone dell’ambiente che si sono ammalati di Coronavirus. In questo caso tutto l’intento di questo articolo viene meno e potete anche buttarlo, ma d’altronde non siamo una rivista scientifica e abbiamo il vantaggio di poter sparare cazzate senza che venga Burioni a correggerci.
Partiamo dal presunto dato di fatto. Dopo più di 4 mesi di emergenza Covid fino a prova contraria non si ha notizia di punk che si siamo beccati il virus. Ora, già a marzo la frase “io non me lo prenderò mai perchè sono anni che frequento i peggiori squat d’Italia” ci sembrava insopportabile, però a questo punto forse è arrivato il momento di farci delle domande e magari rivalutare questa supposizione: perché nessun punk italiano si è ammalato? Forse qualcosa che fa parte endemicamente del nostro ambiente ci ha immunizzati? O forse siamo così refrattari alla medicina che siamo fuggiti alle statistiche? O magari molti se lo sono presi e per paura dello stigma sono rimasti in silenzio, magari rischiando di fare una strage nella Scena?
Visto che in fondo crediamo nel buonsenso delle persone che frequentiamo, abbiamo quindi deciso che i punk sono immuni al Coronavirus e che in qualche modo siamo davvero i progenitori di quelli che dopo la sicura catastrofe nucleare saranno i punk di Ken il guerriero.
Cosa ci ha immunizzati tutti? Queste ci sembrano le ipotesi più fondate:
– i peggiori alcolici che compriamo nei discount prima di andare ai concerti (Finkbrau anyone?);
– il cibo cucinato in condizioni igieniche precarie, sia in casa che nei centri sociali;
– le droghe tagliate con mix di medicine così assurdi che pensando a quello i medici hanno creato l’espressione cocktail di farmaci;
– non offendetevi ma forse anche l’igiene personale potrebbe avere un ruolo;
– gli animali domestici che alleviamo, che certe volte ammettetelo che sembrano uno schiaffo all’evoluzione della specie;
– forse il virus è un organismo pensante e ha semplicemente capito che gli facciamo schifo.
Altre ipotesi non ci vengono, ma se ne avete voi, cari lettori, comunicatecele pure, anche se è probabile che la risposta non l’avremo mai. Quello che è possibile, invece, è che le autorità non abbiamo notato tutto questo e che magari la cosa potrebbe diventare una buona leva per farci avere ciò che vogliamo, ossia la ripresa dei concerti: servirebbe qualcuno che vada dal ministro della Salute e dica qui ci sta una categoria di gente che non si ammala e ve la facciamo studiare se ci fate tornare a sudare sotto un palco. E magari tra le richieste ci mettiamo pure lo stop alle inchieste sugli anarchici che hanno rotto i coglioni e pure a non vederle da soggetto interessato sono una buffonata da quattro soldi. E pure birra gratis per gli skin.

3 thoughts on “Ma alla fine perchè nessun punk si è ammalato? (e avete idea di cosa significherebbe)

  1. E se fosse il potere della musica? 😉
    Magari determinate onde “rendono ostile” l’ambiente per determinati virus.
    Così, a caso.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s