Emanuela Orlandi, svolta nel caso: una pista unisce Centocelle City alla Giamaica

Colpo di scena sul drammatico caso del rapimento mai risolto di Emanuela Orlandi. A quasi quarant’anni da quel 22 giugno 1983 la trasmissione televisiva Chi l’ha visto? ha portato ieri all’attenzione del pubblico nuovi elementi che potrebbero riaprire uno dei casi più misteriosi della storia recente italiana. Sembra infatti che la sera della sparizione la ragazza abbia partecipato ad uno storico concerto per il punk romano: in una piazza Navona stracolma, infatti, i giamaicani Kingston City Rockers Klaxon e i romani Clint Eastwood & General Saint si esibirono offrendo ai presenti uno spettacolo che i presenti avrebbero ricordato a lungo.
Una serata che sarebbe stata ad esclusivo appannaggio della musica, se non fosse per la presenza della giovane Orlandi, della quale da lì a qualche ora si sarebbero definitivamente perse le tracce. Ora invece, i solerti investigatori di Chi l’ha visto? hanno improvvisamente riportato questo particolare alla luce, arrivando alla conclusione, grazie ai suggerimenti del pubblico sui social, che la ragazza potrebbe essere stata rapita dagli artisti che si esibirono quella sera per essere poi nascosta molto lontano dall’Italia. In particolare c’è chi ipotizza il coinvolgimento dei giamaicani Klaxon, che nella confusione generale del concerto avrebbero potuto sottrarla per poi portarla con loro a Kingston, con l’intenzione di renderla una star del nascente movimento oi! caraibico. La Orlandi però avrebbe da lì a poco scoperto la mariuana, tramutandosi in una fricchettona con i dread e tendenze misogine rastafariane e per questo sarebbe stata abbandonata al suo destino. Da lì in poi nessuno è in grado di ricostruire cosa sia accaduto ed il mistero torna più fitto che mai.
Tutta questa tesi ovviamente necessita di conferme, ma la speranza è che gli inquirenti italiani non ignorino tutto e cerchino di rintracciare ed interrogare i Klaxon lì in Giamaica, o almeno i Clint Eastwood & General Saint che essendo di Roma dovrebbero essere facilmente reperibili.

One thought on “Emanuela Orlandi, svolta nel caso: una pista unisce Centocelle City alla Giamaica

  1. Pingback: https://hardcorelladuemila.wordpress.com/2020/07/23/emanuela-orlandi-svolta-nel-caso-una-pista-unisce-centocelle-city-alla-giamaica/ | Uriel Fanelli Fediverse

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s