Gianna Nannini si fa prendere la mano e propone uno split ai Tear Me Down

Da ieri la popolare cantautrice toscana Gianna Nannini è nell’occhio del ciclone per via di un video pubblicato a corredo di una nuova canzone dal sapore decisamente provocatorio nei confronti della polizia. La clip, che ritrae poliziotti con teste di maiale impegnate nel compiere i loro classici abusi ha attirato le critiche di qualsiasi sindacato di polizia esistente o di fantasia, così come quelle di tanti esponenti politici, mentre nel mondo del punk ha generato un certo dibattito tra chi già vede Gianna Nannini più accreditata di un disco dei Doom e chi invece ha visto solo un’operazione di facciata per raccogliere qualche consenso da parte di un’artista in declino.
La cantante tuttavia non s’è scoraggiata e per spazzare questo tipo di critiche ha dichiarato di aver sempre avuto questa opinione e di non averla mai espressa per paura di essere boicottata: “Se non mi credete dopo posto una foto col primo disco degli Skrewdriver” ha commentato, aggiungendo anche idee per il prossimo futuro: “Mi piacerebbe approfondire la tematica antisbirri, per questo stavo pensando di fare uno split coi Tear Me Down che sull’argomento ne sanno qualcosa e sono anche favorevoli alle donne nella scena. Not just boys fun!”. La palla, quindi, passa al gruppo autore di Più sbirri morti e PSM2, nella speranza che accettino la proposta. Nel caso però la copertina fatela fare a Zerocalcare visto che il video è oggettivamente immondo e se lo guardi tre volte di seguito fa anche venire gli attacchi epilettici.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s