Referendum, il Veneto vota sì all’indipendenza dagli Slander

referendum.jpg

Con il 78% degli aventi diritto, nel weekend appena trascorso il Veneto ha detto sì all’autonomia nei confronti degli Slander. La consultazione elettorale, che nella pratica non aveva alcun valore legale, è stata fortemente voluta dal governo della Regione, preoccupato ormai dalla opprimente presenza del gruppo, capace ormai di monopolizzare qualsiasi manifestazione anche lontanamente musicale sia in Veneto che in gran parte del Nord Italia. Il risultato pratico potrebbe essere una diffida, da parte di Zaia, ad usare la dicitura Venezia Hardcore accanto al nome del gruppo, oltre ad un bando a tempo indefinito da tutti i concerti nella loro città natale ed in tutto il territorio veneto.
Il gruppo non ha al momento rilasciato dichiarazioni in proposito, ma l’intenzione più accreditata sembra sia quella di cambiare residenza e spostarsi in Molise per contribuire allo sviluppo dell’hardore in quella regione; in questo caso anche il festival Venezia Hardcore cambierebbe nome e diventerebbe Isernia Hardcore Fest . Altre voci danno il gruppo in partenza per la Basilicata, che ricordiamo ha già votato mesi fa per l’indipendenza dall’hardcore italiano. L’ultima ipotesi è lo scioglimento, ma sembra che il contratto discografico con FOAD vieti questa opzione, pena la decapitazione di tutti i membri della band.

3 thoughts on “Referendum, il Veneto vota sì all’indipendenza dagli Slander

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s