Roma, centro anziani occupato si appresta a diventare avanguardia punk della Capitale

punkanziani.jpg

L’adagio che gli anziani sono gli ultimi veri punk ha già la sua veneranda età ma l’episodio di ieri non può che donargli nuova linfa. Se infatti a Roma molti centri sociali vivono come in molte città una fase di involuzione, dai quartieri nord della Capitale un gruppo di agguerriti anziani ha mostrato la via da seguire manomettendo i lucchetti che lo chiudevano ed occupando un centro per la terza età che era stato interdetto dal Municipio per via di alcuni permessi mancanti. Un blitz in piena regola che ha restituito ai vecchi il loro luogo di ritrovo e che ora speriamo, in nome dell’onorabilità hardcore degli occupanti, porti a denunce, arresti, riot e benefit da parte di tutti i movimenti antagonisti romani, dagli anarchici fino agli stalinisti.
Nell’attesa che tutto questo accada, l’ulteriore augurio è che il Centro Anziani Okkupato parta con iniziative a favore dei punk più giovani: dai vecchi potranno infatti imparare a bestemmiare, scatarrare, giocare a carte o a bocce in maniera antisportiva e a ballare il liscio, che esteticamente è meno imbarazzante del 2 step o della violent dancing. In cambio gli anziani potrebbero farsi spiegare come fare stage diving ai concerti di Raul Casadei senza rompersi un femore o come assumere il viagra per via nasale invece che orale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s