Gandalf dimentica la parola d’ordine e si perde il secret show dei Dwarves a Moria

Uno smemorato Gandalf non è riuscito a ricordare in tempo la parola d’ordine per accedere all’attesissimo secret show dei Dwarves a Moria, venendo rigettato all’ingresso insieme alla compagnia interrazziale di otto strani individui che stava guidando. Secondo alcuni testimoni lo stregone, da sempre grande cultore della band di Chicago, si sarebbe avventurato in una lunga trasferta a piedi accompagnato dal suddetto gruppo di amici che mai avevano avuto la fortuna di vedere il gruppo dal vivo; lo show tuttavia, a causa della mancanza dei necessari permessi e degli angusti spazi di Moria come location, sarebbe stato declassificato a secret show e solo pochi fortunati in possesso della parola d’ordine d’accesso avrebbero potuto assistervi.
“Avevo scritto la password su una pergamena ma abbiamo fumato così tanta erba pipa in viaggio che mi sono dimenticato in che tasca l’ho nascosta, oppure l’ho persa quando siamo stati catturati dai troll” racconta lo stregone, parlando anche della frustrazione di vedere entrare altre persone mentre lui era costretto a rimanere fuori: “Quel fottuto Balrog all’ingresso ha fatto passare orde di orchi che gli bisbigliavano la parola d’ordine ed ogni volta si girava verso di noi e ci mostrava il dito medio. Abbiamo anche provato a corromperne qualcuno offrendogli un anello, ma nessuno tra quei ritardati ha accettato”. Nemmeno l’intervento di un nano che millantava di avere parenti tra gli organizzatori del concerto avrebbe funzionato; l’ultimo tentativo sarebbe stato fatto da un crusthobbit della compagnia, che avrebbe sfruttato lo stesso anello per risultare invisibile, ma il terribile odore che emanava avrebbe attivato il sensibile olfatto di un gruppo di elfi amanti del power metal, che lo avrebbero tradito mentre era a un passo dall’ingresso.
Al quindicesimo tu non puoi passare da parte del Balrog la truppa avrebbe a quel punto rinunciato, decidendo di dare fondo alla scorta di erba pipa nei pressi del lago antistante l’ingresso di Moria per poi consolarsi con un bagno notturno. Il mostro tentacolare che dimora da secoli nelle acque tuttavia non avrebbe apprezzato l’arrivo della compagnia di sballati e da allora non si hanno più notizie dei nove, che non sono stati tuttavia cercati dagli organizzatori di Moria per paura che la scomparsa spinga le autorità ad indagare su tutte le illegalità perpetrate nel corso del concerto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s